Progetti

Geometrie in Campagna

Geometrie in Campagna

Geometrie in Campagna è un giardino che evidenzia con le sue forme pulite e lineari che la geometria che lo caratterizza; si evidenzia l'ingresso pedonale nel percorso lineare che conduce all'abitazione e pertanto viene esaltata con l'inserimento di due bordure simmetriche e alternate tra di loro che nel complesso arredano questa linearità e nel contempo creano un gioco di linee che evidenzia e divide contemporaneamente, due spazi ben definiti, la copertura del suolo sarà adibita a prato.

Guardando l'abitazione si può notare, alla destra del giardino, una fascia più stretta arredata con n.3 Carpynus Betulus Pyramidalis che richiamano la cabina elettrica esistente e nel contempo la schermano dalla vista complessiva del giardino; proseguendo a perimetro vengono installati n. 3 Platanus acerifoglia a tetto che, compongono nel loro insieme, le geometrie di questo giardino, dove non travono spazio linee curve, ma riflettono le forme tipiche già esistenti. A chiusura dello spazio dedicato a prato e come delimitazione del giardino, si possono notare due spalliere di Malus Coccinella, disposte sfalsate per dare la possibilità di oltrepassarle, ma bloccandone la vista dal giardino, di ciò che c'è oltre lo stesso; infine a chiusura del viale di ingresso viene inserita una bordura composta da Buxus sempervirens piantumato in linea retta e un'insieme di graminacee nelle varietà di Carex oschimensis evergold e Stipa tenuissima, che nel loro insieme compongono la linearità e pulizia e disordine apparente, dato dalla tipologia stessa di queste varietà, andando ad esaltare con la loro leggerezza l'impostazione elegante e formale del Buxus.

Alla sinistra del giardino, si può notare subito all'ingresso del vialetto pedonale, la bordura costruita specularmente, ma alternata rispetto a quella descritta nella parte dx; per spazio, tipologia, forma ed essenze. Tra le due bordure che sono speculari, ma alternate, c'è uno spazio che permette il passaggio e la manutenzione da una zona all'altra. Proseguendo con lo sguardo si può notare la bordura disegnata con due tipologie di essenze quali l'hydrangea quercifoglia e carex oschimens evergold, che va a delimitare l'aia esistente, e nel contempo crea un effetto barriera e di limitazione agli sguardi, della zona dedicata al relax / barbeque, ma contemporaneamente permette l'accesso e la fruizone al giardino. Questa zona vuole esaltare, con la sua linearità, l'intento del progetto di perseguire le geometrie esistenti, che sono il filo conduttore di tutto il giardino; evidenziandone l'eleganza e la semplicità, apparente, tipiche dello stesso.

A chiusura di questo percorso possiamo notare due filari di Platanus Acerifoglia a tetto, che arredano l'ingresso del passo carraio dell'abitazione, e richiamano quelli precedentemente descritti nella zona a destra del vialetto pedonale, evidenziando così come il giardino venga definito con le sue forme e i suoi colori e nel loro insieme creino un armonico equilibrio donando eleganza e semplicità al giardino.

Articolo su Ville e Casali!

Articolo su Ville e Casali!

Un bellissimo articolo su Ville e Casali che ci rende sempre più orgogliosi! Per visionare l'articolo clicca qui

ROTATORIA DI LANCIANO (CH)

ROTATORIA DI LANCIANO (CH)

Il progetto della rotatoria ha l'intento di utilizzare essenze adatte al luogo in cui ci si trova, ed essendo una rotatoria con isole spartitraffico in una zona prevalentemente arida e molto soleggiata, ho pensato all'utilizzo di varietà graminacee, che per dimensione, forma e caratteristiche, non necessitano di grandi manutenzioni e resistono bene al sole senza grandi esigenze idriche.

IL GIARDINO DEL SOLE TRA NORD E SUD

IL GIARDINO DEL SOLE TRA NORD E SUD

Il progetto è il ripensamento di un giardino privato da adibire ad area relax per la fruizione degli ospiti di un B & B nella località di Salerno; prevede un angolo barbeque con sedute sotto gazebo, area relax in vasca idromassaggio schermata per sguardi indiscreti, area giochi per bambini. Il giardino è suddiviso a stanze, comunicanti tra di loro, ma allo stesso tempo ben distinte per il servizio che offrono, dando così la possibilità di coniugare diverse tipologie di esigenze.

Reporter Mantova n. 24 / 2016

Reporter Mantova n. 24 / 2016

Siamo su Reporter Mantova!!!
Per visionare l'articolo clicca qui

HOMIFY - Una casa parametrica

HOMIFY - Una casa parametrica

Un nostro giardino è stato citato nell'articolo "Una casa parametrica - per chi non si accontenta mai!" del portale Homify!!!
Per visionare l'articolo clicca qui

ASPIRE Metro NY Magazine · Intervista a Lucia Panzetta

ASPIRE Metro NY Magazine · Intervista a Lucia Panzetta

ASPIRE Metro NY, rivista di Architettura e Design di New York ha pubblicato un articolo dedicato a Lucia Panzetta e le sue creazioni!
Visualizza l'intervista!

Vincitrice primo premio concorso Orticolario ''Oltreconfini''

Vincitrice primo premio concorso Orticolario ''Oltreconfini''

Vincitrice primo premio concorso Orticolario "Oltreconfini" Il giardino dei Sensi vuole esaltare un percorso che sia per tutti di rapida intuizione. Il disegno si compone di tre fasce che contengono piante ornamentali quale il Carex testacea, dando la sensazione di un cuscino color bronzo; alle estremità vengono inserite delle macchie di Hydrangea paniculata, che contrastano per colore e forma rispetto al resto del giardino. Il progetto ci riproduce un percorso a labirinto e ci conduce in una stanza a cielo aperto delimitata da una vasca d' acqua.

Il giardino dei sensi si caratterizza nella semplicità dell'uso delle specie botaniche, in particolare solo due tipologie, quali l' Hydrangea paniculata 'Levana' e 'Candle Light' e il Carex testacea, che, usate in grandi quantità, formano un percorso alla scoperta del senso del tatto e ci conduce alla vasca d'acqua che per sua natura lo stimola; invita, inoltre, alla meditazione attraverso la rivisitazione del significato dell'albero, che unisce terra e cielo, rappresentato da due sedute che interpretano questo concetto.

Foto di Chiara Briccola

Visualizza il Video

Orticolario 2015 - Il Giardino dei Sensi

Orticolario 2015 - Il Giardino dei Sensi

"Il giardino dei Sensi" vuole esaltare un percorso che sia per tutti di rapida intuizione.

Il disegno si compone di tre fasce che contengono piante ornamentali come la Carex testacea, dando la sensazione di un cuscino color bronzo. Alle estremità il contrasto di forma e colore con macchie di Hydrangea paniculata. Un labirinto che conduce in una stanza a cielo aperto con una vasca d'acqua.

Visualizza il progetto in anteprima: visualizza progetto

Visualizza il filmato: Visualizza il filmato

IL GIARDINO DEI SEMPLICI...IL PERCORSO DELLA NATURA ALLA SCOPERTA DI UN GIARDINO...

IL GIARDINO DEI SEMPLICI...IL PERCORSO DELLA NATURA ALLA SCOPERTA DI UN GIARDINO...

Il giardino dei semplici vuole esaltare il percorso che la natura ha compiuto nel corso della sua evoluzione, rappresentandola in sintesi con il bosco di betulle, che con le sue alte chiome ripara gli Hellebori e Crochi, mentre ai margini del bosco troviamo le radure dove vengono favorite le piante eliofile e quelle da mezzombra, come i filari di Cornus e Carex, che ci guidano in un percorso a labirinto, alla scoperta di una zona dove potersi rilassare.

La zona della vasca rievoca una sorta di stanza a cielo aperto che crea uno spazio naturale di sosta e di riposo e l'armonia derivante dalla combinazione degli elementi presenti nel Giardino Dei Semplici, ci porta alla scoperta di un luogo che ci fa rivivere con le sue forme e con i suoi colori la semplicità ed allo stesso tempo la potenza della natura, coniugando in armonico equilibrio naturalità e artificio.
Designer
Lucia Panzetta


Foto di Ilaria Turco - ArtRook